gli insegnanti

Cristian Ruffini

Diplomato in solfeggio ritmico e parlato, dettato melodico, pianoforte, armonia arrangiamento e improvvisazione, batteria e percussioni, Cristian ha frequentato svariati seminari con i più illustri maestri come Alessandro Lugli, Chicco Montisano e Alessandro Altarocca spaziando dalle percussioni all’armonia agli strumenti batteria e pianoforte.

Ha lavorato e lavora tutt’ora come didatta con numerose Scuole di Musica, Scuole Primarie ed Associazioni su Parma e Reggio Emilia. È insegnante di batteria, solfeggio e lettura musicale, armonia, propedeutica musicale, tecnica dello strumento (tamburo, percussioni e batteria), pratica vocale e body percussion. Per approfondire sempre più le proprie conoscenze e spinto dal desiderio di perfezionare le proprie capacità ha frequentato alcuni seminari con Deve Weckl, Steve Gadd, Crisian Mayer e Cesare Barbi.

Cristian è votato alla diffusione della cultura musicale e per questo non smette mai di imparare nuove abilità e nuovi repertori, per poi trasmettere ai propri allievi il piacere di fare musica in modo professionale, ma anche divertente e ricco! Sta frequentando corsi di percussioni multietniche (surdo, caixa, tamburine e timbales) con il maestro Paolo Caruso e un corso professionale di percussioni africane, tecnica Djambè e Triadi.

Cristian approccia a Crescendo Con Music Together Parma nel 2019 e sta affiancando Milena nel percorso di Music Together classi miste. È l’insegnante titolare del corso Bimbi Big della Associazione Culturale Diesis (che offre anche i corsi di Crescendo con Music Together) che accoglie allievi da 5 a 9 anni, per immergerli in un’esperienza musicale a 360° che prevede suono di percussioni, approccio alla chitarra e alla tastiera, solfeggio, studio delle strutture musicali, movimento ritmico libero e coreografato, sviluppo dell’ascolto e del “fare in gruppo”, gioco musica e cantare in coro, il tutto in un ambiente sereno e disteso non orientato alla performace ma al Crescere insieme attraverso gli stimoli musicali.

Francesca Cimino